Il bon-ton ai funerali

Il bon-ton ai funerali

I funerali sono un momento doloroso, emotivamente impegnativo e difficile per tutti, parenti più stretti e conoscenti alla lontana. È chiaro che per chi è colpito dal lutto più da vicino ci sono soprattutto preoccupazioni logistiche e faccende da sbrigare, magari con l’assistenza tecnica di chi si occupa di onoranze funebri a Roma con serietà e competenza, come Cattolica San Lorenzo, mentre per chi decide di partecipare alle esequie si tratta soprattutto di attenersi a un protocollo di comportamento ben preciso. Difatti, esiste un vero bon-ton ai funerali, una lista di cose da fare e cose da evitare accuratamente e un modo preciso di vestirsi.

Funerali, come vestirsi: i consigli

C’è chi sostiene che ci si debba comunque vestirsi di nero a un funerale e chi invece vuole essere libero di vestire come crede. Di fatto, il bon-ton ai funerali impone di essere sobri e discreti per non attirare l’attenzione e non risultare del tutto fuori luogo. L’obiettivo fondamentale della propria partecipazione a un rito funebre è sempre di rendere omaggio al defunto, stando vicino ai suoi familiari, quindi evitiamo il più possibile di creare malumori o polemiche per una giacca rossa sicuramente di gran moda ma molto inappropriata per la circostanza! Sarà quindi preferibile scegliere delle tinte scure, come il nero, il grigio o il blu, e in generale un completo discreto e formale. Bene quindi all’accoppiata maglia-pantalone, o anche camicia-pantalone. Per l’uomo andrà bene un maglioncino o anche una camicia, giacca e cravatta dipendono invece dallo standard della famiglia e del funerale, se si tratta, cioè, di una situazione più o meno informale. Attenzione anche al make up per le donne e agli accessori, evitiamo che siano eccessivi, sgargianti o troppo vistosi, anche per questi dettagli vale la stessa regola dell’abbigliamento.

Cerimonie funebri, come comportarsi

Il primo suggerimento sul comportamento più adatto a un funerale è innanzitutto la puntualità. Cerchiamo di arrivare in perfetto orario, soprattutto se siamo tra le persone care della persona che è venuta a mancare. Nel caso in cui in chiesa o comunque alla cerimonia ci sia un libro delle presenze, ricordiamoci di firmare e pensiamo anche ai fiori, sempre apprezzati a un funerale, a meno che non ci sia espressa indicazione contraria della famiglia. Prima che cominci il funerale, togliamo la suoneria al nostro smartphone così da non disturbare la cerimonia e gli altri invitati. Se intendiamo prendere parte al funerale con un discorso, cerchiamo di non dilungarci troppo, di non essere prolissi o fuori luogo con battute o frasi retoriche, ma al contrario di attenerci a un ricordo personale del defunto che sia condivisibile con gli altri. Infine, per il bon-ton ai funerali, se ne sentiamo il bisogno, possiamo piangere o comunque dimostrare pubblicamente il nostro dispiacere, non c’è nulla di sbagliato o indecoroso nel farlo, cerchiamo sempre, comunque di contenerci entro una sobrietà equilibrata e composta.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi