Viaggi 2018, la moda del city break

Viaggi 2018, la moda del city break

Tra le tendenze per i viaggi 2018, una delle maggiori è sicuramente quella dei city break, ovvero delle fughe da weekend per recuperare serenità e benessere lontano dallo stress quotidiano. Dimentichiamo però i viaggi più classici per i nostri fine settimana dell’anno e apriamoci a itinerari stravaganti, magari anche a sorpresa, in Italia come nel resto del mondo. A dirlo è stata la BIT, svoltasi a Milano dall’11 al 13 febbraio. Dunque, prepariamoci a conoscere le maggiori tendenze per i nuovi viaggi “mordi e fuggi” dell’anno, senza dimenticare, tuttavia, che questo non significherà fare completamente a meno dei grandi classici. Insomma, un weekend a Roma magari sistemandoci in un hotel in centro come il Floris Hotel, per chi voglia visitarne il sito clicca qui, sarà sempre un evergreen. Ma vediamo meglio quali saranno le tendenze per questo 2018 in fatto di vacanze rapide e diverse dal solito.

City break, qualche destinazione mordi e fuggi

Le mete ideali per questa nuova tipologia di viaggio non sono soltanto quelle a portata di mano. Grazie ai voli low cost, infatti, oggi possiamo anche pensare di spendere un paio di notti in una città all’estero senza sentirci troppo in colpa. Via libera ad esempio a una meta come Lubiana, tra le più gettonate di quest’anno, una combinazione unica di Medioevo, Barocco e stile liberty in quasi 15.000 eventi in 365 giorni. La capitale della Slovacchia, poi, offre anche esperienze diverse dal solito come camminate in centro o nel castello o la visita a uno dei numerosi musei della città. Rimanendo in Italia, invece, il turismo lombardo è tra i più amati di quest’anno. Per i più fashion c’è ovviamente la capitale meneghina, ma la regione propone anche moltissimi percorsi diversi tra cultura e natura, ma anche sport e religione. Pensiamo ad esempio a Crema che propone un viaggio all’interno del cinema di Luca Guadagnino.

Le nuove mete, qualche idea stravagante

Se rimangono in pole position mete tradizionali come il Friuli Venezia Giulia e Pantelleria, via libera anche a moltissime nuove destinazioni, tra cui ad esempio la Basilicata, che offre moltissime possibilità turistiche anche oltre la visitatissima Matera, futura Capitale della Cultura del prossimo anno. Qui abbiamo anche luoghi come Melfi e Rondella che propongono un viaggio tra masserie e cripte, ma anche antiche abbazie e leggendarie cattedrali. In Basilicata quest’anno potremo scoprire anche le terme di Rapolla, oltre a un tour gastronomico tra l’olio di Aglianico del Vulture e il peperone di Senise.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi