Come scegliere una pianta per il cimitero

Come scegliere una pianta per il cimitero

L’estrema dimora a cui ogni essere mortale è destinato non è necessariamente un luogo tetro e macabro; al contrario, sempre più spesso i cimiteri sono concepiti come dei veri e propri giardini, luoghi di silenzio, di preghiera e raccoglimento ma anche gradevoli, luminosi e “accoglienti”, luoghi in cui trascorrere del tempo nella memoria dei propri cari senza tetraggine. Nell’alleggerire l’atmosfera concorrono, in buona parte, le piante utilizzate sia per decorare i viali del cimitero sia per adornare una tomba. I consigli sulla scelta delle piante possono essere forniti anche dalle agenzie funebri –  come la Cattolica San Lorenzo – nel momento della scelta della corona di fiori per il funerale, l’importante è che siano di stagione per garantire anche una maggiore durata della fioritura.

La scelta di una pianta per il cimitero

Come le agenzie funebri sanno bene – inclusa la Cattolica San Lorenzo – non è sempre facile da parte dei familiari accudire in modo adeguato un familiare defunto; a maggior ragione, gli impegni di lavoro o la lontananza rendono difficile recarsi al cimitero con discreta regolarità e spesso per evitare che una tomba resti vuota o abbandonata, si opta per composizioni floreali finte che non richiedono acqua o innaffiature regolari, oppure piante robuste e in grado di resistere a lunghi periodi senza acqua. In questo secondo caso, occorre sapere quali sono le piante più adatte e robuste per adornare una tomba e farla apparire sempre pulita, gradevole e accudita.

Quali sono le piante adatte per resistere in un cimitero

La scelta si una pianta dipende molto anche dallo spazio che si ha a disposizione; in genere, le piante più utilizzate sono:

  • Le rose da siepe o cespuglio;
  • I ciclamini;
  • Il gelsomino;
  • Le piante grasse;
  • Il bosso.

Queste piante vanno bene da sole o in composizione. Se si dispone di spazio – soprattutto nelle cappelle o le tombe tumulate – e non si rischia di invadere il vicino, la pianta ideale è la rosa che sebbene abbia un fiore delicato, in realtà, è una piante robusta che necessita di una potatura l’anno per avere una fioritura rigogliosa e poche cure purché costanti nel tempo. le rose resistono alle giornate invernali, sono belle e soprattutto profumate. Una pianta che va bene sia in vaso che piantata nel terreno è il ciclamino. Per una crescita lunga e duratura è necessario, però, prendere degli accorgimenti come aggiungere nel vaso uno strato di corteccia o argilla espansa per proteggere le radici dal gelo, oppure posizionare il vaso originale all’interno di uno più grande pieno di argilla espansa sempre con l’intento di proteggere la pianta dal freddo.

Se gli spazi sono ridotti – come le tombe a muro – la scelta ottimale potrebbe orientarsi verso le piante grasse che notoriamente sono resistenti e ve ne sono di diversi tipi. È buona norma, nel momento della scelta, consigliarsi con il vivaista o il fioraio sopratutto sulle dimensioni che le piante possono raggiungere e le cure effettive richieste.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi