Fritole: la ricetta del dolce di Carnevale veneziano

Fritole: la ricetta del dolce di Carnevale veneziano

Le fritole (o fritoe) di Carnevale sono un dolce tipico di origine veneziana: nel Settecento furono addirittura soprannominate “dolce Nazionale dello Stato Veneto”. La ricetta fu poi preparata anche in altre città italiane, come Trieste, o in alcune città siciliane, dove vengono chiamate “sfingiteddi” o “sfingi”. Si tratta di frittelle di Carnevale dolci preparate con un impasto a base di uova, farina, lievito di birra e latte, arricchite con uvetta sultanina: il tutto viene poi fatto lievitare e infine viene fritto a cucchiaiate in abbondante olio bollente. Una volta pronte servitele calde, magari cosparse di zucchero, per renderle ancora più golose.

Come preparare le fritole.

Sciogliete il lievito di birra con un po’ di latte tiepido. In una ciotola mettete la farina, lo zucchero, la vanillina e le uova.(1) Aggiungete poi il lievito sciolto nel latte (2), il rum, il burro fuso, la scorza di limone, l’acqua e il restante latte e mescolate bene. Aggiungete poi l’uvetta precedentemente ammorbidita in acqua e ben strizzata e asciugata.(3)

Amalgamate bene il tutto (4) e mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Ora coprite la ciotola con uno strofinaccio pulito e lasciate lievitare per circa 2 ore. Trascorso il tempo necessario mettete a scladare l’olio in padella e, non appena sarà bollente, friggete poche fritole alla volta, prelevando una piccola quantità di impasto: circa mezzo cucchiaio.(5) Non appena si saranno dorate sollevatele con la schiumarola e adagiatele sulla carta da cucina per eliminare l’olio in eccesso. Sistematele poi su un piatto da portata, spolverate con zucchero a velo o semolato e servite le vostre fritole di Carnevale ben calde.(6)

Consigli.

Lo zucchero a velo viene assorbito velocemente, per questo si preferisce spesso spolverare le fritole con lo zucchero semolato o di canna, o con la cannella.

All’impasto potete aggiungere anche una manciata di pinoli e dei pezzetti di cedro candito, per rendere le fritole di Carnevale ancora più ricche, anche se la ricetta originale prevede solo l’aggiunta dell’uvetta sultanina.

Se preferite potete ammollare l’uvetta anche nel rum, l’importante è asciugarla sempre bene prima di inserirla nella pastella, per evitare che bagni in composto.

Potete farcire le vostre fritole di Carnevale anche con la crema pasticcera: una volta cotte dividetele a metà a spalmate la crema.

Fonte: Fritole: la ricetta del dolce di Carnevale veneziano

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi